Buccia di cipolla: perchè non gettarla? Le proprietà inaspettate

Pagina 1 di 3

proprieta-buccia-cipolla 22

Chiunque sappia districarsi tra i fornelli, non necessariamente per preparare piatti complessi e raffinati  degni di un programma tv ma anche per cucinare un semplice piatto di pasta, sa bene che tra le cose che non devono mai mancare in cucina c’è la cipolla. Nonostante affettarla sia per molti poco piacevole perché spesso e volentieri ci si ritrova lì con il coltello in mano e gli occhi che lacrimano, la cipolla rientra nell’abc della cucina e non bisognerebbe mai restarne sprovvisti.

Solitamente la parte più utilizzata della cipolla è quella interna, proprio quella che ci fa lacrimare una volta tagliata, che si impiega sia per la preparazione dei piatti che per la realizzazione di rimedi fai da te a scopo curativo. Come le nostre nonne ci hanno insegnato, infatti, la cipolla può essere un valido aiuto nella preparazione di infusi e decotti per la cura dell’influenza oppure, per esempio, per lenire le scottature della pelle in maniera naturale semplicemente poggiando una fetta sulla parte ustionata. Sarà per abitudine oppure per convinzione, fatto sta che la maggior parte delle persone si limita a utilizzare l’interno della cipolla buttando via la buccia, senza sapere che quest’ultima è anch’essa estremamente utile. Continua da pagina 2 >

Pagina 1 di 3