costruire-fioriera

Dopo un inverno davvero atipico, con temperature che spesso ci hanno fatto vivere giornate assolate e calde, è finalmente entrata – a tutti gli effetti – la Primavera. Quest’anno, e per molti anni ancora, il primo giorno di Primavera non è stato il tradizionale 21 Marzo, bensì il 20 Marzo, e il motivo è presto detto. Celebrare l’Equinozio di Primavera il 21 Marzo, è una convenzione, stabilita dal Concilio di Nicea, nel 352 d.C.

Questa convenzione poi, è stata confermata nel corso dei secoli, ma – effettivamente – il calcolo reale per stabilire il vero giorno dell’equinozio di Primavera, è cosa diversa da una data convenzionale decisa dagli esseri umani. Ecco perché, nella realtà dei fatti, può accadere che, il primo giorno di Primavera cada in una data diversa dal 21 Marzo, come è avvenuto quest’anno.

Per capire un minimo come si stabilisce questa data, bisognerebbe capire un po’ il fenomeno astronomico che ne è alla base, e che si chiama “Precessione dell’asse  terrestre” o “Precessione degli equinozi”. In pratica, con questo nome, si indica la rotazione dell’asse terrestre relativa all’asse Polo Nord/Polo Sud, che avviene in circa 26.000 anni. IL VIDEO A PAGINA 4 >>>