1INTRODUZIONE

Il problema numero uno di una casa è la muffa, che si forma sulle pareti in presenza di umidità. Come risultato, muri, intonaco e/o carta da parati vengono rovinati, nonostante ci premuriamo di aerare tutti gli ambienti compreso il bagno, quello dove si concentra l’umidità e che dunque risulta sempre più a rischio muffa.

Eliminare la muffa alla radice richiede interventi di manutenzione specifici, ma spesso non si hanno le competenze per farli da sé oppure non si dispone del denaro per assumere una persona qualificata. Ciò non vuol dire però che dobbiamo arrenderci e convivere con la muffa, compromettendo la qualità della nostra vita: possiamo infatti adottare soluzioni casalinghe per eliminare la muffa in maniera naturale e prevenire la sua ricomparsa.

In questo articolo scopriremo come eliminare la muffa con l’acqua ossigenata, un prodotto facile da reperire ma che si rivela un prezioso alleato nella salvaguardia delle nostre pareti (e della nostra salute). Il metodo che stiamo per illustrare è molto semplice e permette di rimuovere la muffa da quelle zone in cui è solita accumularsi, per esempio l’angolo del bagno in cui è disposta la doccia. È lì, infatti, che si crea una concentrazione maggiore di umidità, dato che il vapore sprigionato dall’acqua calda dà il via libera al formarsi della muffa, chiaramente visibile sulle pareti annerite.

INDIETRO