22 – COME FUNZIONA

L’acqua piovana viene aspirata da un marchingegno che permette di far girare una turbina, in grado di generare e far diffondere un elevato volume di energia elettrica. Un processo abbastanza semplice, elementare, ma che potrebbe consentire alle case del futuro di non avere la necessità di un impianto costoso sotto tutti i punti di vista ed anche abbastanza pericoloso per chi deve ripararlo in caso di guasto.

Il designer Benjamin Koh si è ispirato al movimento degli ombrelloni per dare forma ad un’opera interamente realizzata con fonti d’energia rinnovabili. La sua natura modulare offre la chance di comprendere più unità in serie, con l’opportunità di raccogliere l’acqua direttamente dalla pioggia che cade dal cielo e di filtrare quella potabile da quella non utilizzabile. A tutto questo, bisogna aggiungere la sua capacità di produrre energia totalmente pulita e green, con un basso impatto sull’ambiente circostante.